Intervista a Paola De Nisco della trasmissione “Raccontami l’aneddoto”

Paola De Nisco è l’ultima arrivata nella grande famiglia dei Media Partner del Collettivo. Con la trasmissione “Raccontami l’aneddoto”, con cadenza mensile e sempre alle 19:00, un autore svelerà antri della propria casa e dei luoghi della sua scrittura mai rivelati prima. Ma andiamo a conoscere meglio Paola, con alcune domande che le abbiamo fatto:

Buongiorno Paola, cosa fai nella vita oltre l’operatrice culturale e l’autrice?

Fino ad ottobre 2020 lavoravo, già da 35 anni, nel Comune di Genova. Ora sono in pensione e mi godo la vita, oltre ad aver cambiato città ed essere ritornata a Padova, dove ho trascorso l’infanzia e parte dell’adolescenza

 

Come è nata la realtà di  “All’ora di Amadeus” di cui fai parte?

All’ora di Amadeeus è nato, durante il lockdown, da un’idea di due miei amici Luca Valerio e Flavio Azzarelli che hanno deciso di far conoscere, sul web, artisti di ogni calibro e di ogni tipo per fare cultura seria. Io sono subentrata più tardi e nei primi tempi conducevo un’anteprima di 10 minuti in cui intervistavo scrittori emergenti, ma parlavo anche di luoghi da visitare.

 

Come si è creato il legame con CSU e la trasmissione “Raccontami un aneddoto”?

Parlando con Valentina Bobbo di “Libreria ribelle” che già aveva rapporti con il CSU, mi consigliò di mettermi in contatto con Claudio Secci per ideare una trasmissione con il collettivo. Su suggerimento di Claudio abbiamo pensato di andare a scoprire la parte nascosta degli scrittori che fanno parte del CSU e di farci raccontare da loro un aneddoto della loro vita.

 

Cosa ti prefiggi di sviluppare e potenziare nel tuo prossimo futuro fra i tuoi spazi culturali?

Le idee sono molte e devo dire che ogni giorno ne partorisco una. Ad esempio mi piacerebbe fare una trasmissione in cui metto a confronto, in maniera simpatica, due autori che scrivono lo stesso genere di libri.

Parliamo della Paola autrice: quando hai iniziato a scrivere e da cosa è composta, riassumendo, la tua bibliografia.

Ho sempre scritto nella mia vita, tanto è vero che in quinta elementare ho vinto una gara di temi, ma la consapevolezza di essere in grado di scrivere qualcosa che un eventuale lettore potesse trovare interessante è merito di un regista e di un poeta conosciuti casualmente tre anni fà che, leggendo alcune mie cose, mi hanno riempito di complimenti e mi hanno anche detto che diventerò una protagonista del settore.
Da allora ho scritto tre libri: “Io comunque sono Paola” una mia autobiografia divisa però per argomenti dove l’ultima frase del capitolo anticipa quello che ci sarà scritto in quello successivo. Il secondo libro “Alla fine, il silenzio” è un collage di due storie vere con qualche intrusione di fantasia ed è un romanzo che è stato molto apprezzato. Il terzo libro di racconti del secolo scorso, illustrati da mio fratello, pittore discretamente conosciuto deve ancora uscire ma c’è la prospettiva che venga pubblicato da una casa editrice molto conosciuta.

Ci elenchi tutti i luoghi in cui possiamo trovarti?
In questo particolare momento potete trovare tutti e due i libri sui siti di vendita di libri on-line anche in versione e-book.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!