Recensione del libro “Quando fioriscono le mimose” di Laura Montuoro

Recensione a cura di Claudio Secci

Ho conosciuto Laura durante una fiera virtuale, e ho ottenuto in dono qualcosa che ha un valore inestimabile. “Quando fioriscono le mimose” è uno spaccato di vita vivido e autentico, di un ritorno al passato e alla riscoperta dei sentimenti. E’ la comprova che spesso il successo lavorativo e l’ambizione professionale raffreddano il cuore, che solo la terra natìa del protagonista possono in questo caso riaccendere. Quante volte è accaduto, a ognuno di noi? Per riazionare la bussola della nostra vita, dobbiamo affacciarci al passato e alle nostre origini. Il protagonista si trova a dover vendere un terreno ereditato, una pratica che lo porterà irrimediabilmente a scavare in ricordi e pagine di infanzia che avrebbe voluto sotterrare per sempre. Un ritorno che sconvolge il suo presente, a causa di una donna e suo figlio che cambieranno il punto di vista di Michele rispetto alla vita e alla sua frenesia. Ci vuole maestrìa e  maturità stilistica per permettere al lettore di abbandonarsi totalmente a suoni, profumi, consuetudini di terre che portano a spensieratezza e a meditazione, e remano contro le rincorse agli obiettivi e alle posizioni sociali. Laura è capace di scandire i sentimenti e le sensazioni.

“Pensava alla storia di quel terreno e non riusciva a capire cosa Nadia potesse trovare di tanto straordinario in un albero di mimose che fiorisce come tanti altri alberi, per di più nel bel mezzo di un terreno incolto e pieno di sterpaglia chissà da quanti anni”.

Questo romanzo è una successione costante e inarrestabile di emozioni e suggestioni, ci si sentirà rapiti dalle ambientazioni descritte con sopraffino dettaglio e le spigolature sempre calibrate.

“L’aveva chiusa nel primo cassetto del comò. La lettera di Michele non aveva mai smesso di riposare in fondo a quel cassetto…” è un continuo scaraventare nell’esistenza del protagonista con una vividità disarmante.

Stile asciutto e diretto, ragionato e metodico: insomma pagine che rapiscono nella lettura, senza scampo. Lo trovate su Amazon in formato ebook. Consigliatissimo

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!