Universo Fantasy: una collaborazione vincente con CSU !

Abbiamo conosciuto Stefania Sottile al Salone del Libro 2019 e abbiamo trovato subito uno straordinario feeling professionale e umano. Così abbiamo deciso di intraprendere una interessante collaborazione accogliendo fra i Media Partner di CSU anche “Associazione Universo Fantasy”, di cui Stefania è appunto presidente.  L’abbiamo intervistata per conoscere meglio questa realtà, attiva su più fronti.

______________________________________________________________________________

Ciao Stefania e benvenuta fra i Media Partner del Collettivo Scrittori Uniti. La vostra Associazione è in forte crescita e si occupa di cultura Fantasy a 360° ma non solo.

Cominciamo allora col chiederti qual è il tuo ruolo all’interno di questa realtà, quanti siete a gestirla e quali servizi erogate?

Ciao a tutti, innanzitutto, grazie a Claudio e ai membri del CSU per questa opportunità. È un piacere per noi essere entrati a far parte del vostro gruppo e vi ringraziamo per averci accolto. Inoltre, è un onore avere la possibilità di raccontarvi del nostro progetto. L’Associazione Culturale Universo Fantasy, di cui sono la Presidente, nasce ufficialmente nel luglio 2017 da un gruppo di ragazzi dalle più disparate professioni e provenienti da tutta Italia, ma uniti dalla passione per il Fantasy in tutte le sue varie forme e accezioni. La nostra amicizia, che è iniziata virtualmente per poi diventare qualcosa di solido e reale negli ultimi dieci anni, ci ha portati a perseguire il sogno di poter far conoscere il mondo Fantasy il più possibile in una realtà, quella italiana, in cui purtroppo spesso fatica ad emergere. Siamo una ventina di persone, tra soci fondatori, ordinari e onorari, ed ognuno ha un compito ben definito all’interno dell’Associazione. Naturalmente, curo personalmente la gestione nonché il coordinamento dell’intero gruppo.
Universo Fantasy si occupa di divulgazione scrivendo articoli sulle più varie tematiche legate a giochi, libri, film, serie tv e quant’altro Fantasy e Sci-fi. Propone inoltre numerose interviste a scrittori, artisti e personalità di spicco del panorama fantastico italiano (ma anche internazionale) e recensisce libri, talvolta anche in anteprima, di scrittori Fantasy italiani emergenti e non, presentando le loro opere ad un bacino di utenti di certo in grado di apprezzarle al meglio. Inoltre, sempre per sostenere chi si affida a noi, Universo Fantasy ha ideato un progetto chiamato NovaEditoria (http://novaeditoria.universofantasy.it/), un portale che offre una gamma di servizi editoriali a prezzi abbordabili per tutti gli aspiranti autori che si trovano alla ricerca di un modo di pubblicare che sia anche però in linea con le loro risorse. Oltre a questo, organizziamo eventi con artisti, scrittori e workshop e partecipiamo a numerose fiere in giro per l’Italia. L’obiettivo ultimo della nostra Associazione è quello di utilizzare il Fantasy come strumento socio-educativo, grazie anche al sostegno degli psicologi e psicoterapeuti che ne fanno parte.

Da quanti anni ti occupi di blog e letteratura? Da cosa nasce la scelta di dedicarvi al genere prettamente Fantasy?

Nella vita di tutti i giorni, quella “reale” come mi piace definirla, mi occupo dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento, i tanto discussi DSA (Dislessia, Disortografia, Discalculia e Disgrafia). È un lavoro altamente gratificante, dinamico, che mi permette di interagire con tantissime persone, viaggiare e imparare ogni giorno qualcosa. E, vi chiederete, come si concilia tutto questo con il Fantasy? Beh, quando la passione e l’amore per la lettura ti hanno salvato la vita, il tempo lo si trova sempre! Come spesso mi ritrovo a raccontare, il Fantasy è stato per me un’àncora di salvezza. Nei vari periodi della mia vita, come probabilmente sarà successo anche a molti di voi, mi ha permesso di rifugiarmi lontano dalla realtà e mi ha donato energia nuova. Come mi piace definirlo, è un sogno nella realtà. Per queste ragioni (e molte altre!), a tutti gli effetti, il genere letterario Fantasy è diventato il mio secondo lavoro nella vita di tutti i giorni, per poter condividere con altri il potere terapeutico della stessa e i mondi fantastici che esistono.

Ritieni importanti le fiere come strumento di diffusione del prodotto librario? Hai già partecipato a fiere del libro e in quale veste?

Personalmente, sono dell’idea che partecipare alle fiere in giro per l’Italia sia uno degli strumenti più importanti per ottenere tanta visibilità quanto risultati nelle vendite. Presenziare agli eventi maggiormente significativi in ambito letterario, a prescindere dal Fantasy, è un “sacrificio” necessario sotto tutti i punti di vista. Permette allo scrittore, soprattutto a chi si auto-pubblica, alla piccola-media-grande editoria, nonché a tutti i professionisti coinvolti nell’ambito editoriale, un contatto diretto con i lettori, un approccio faccia a faccia, determinante per far conoscere il proprio mondo, il proprio essere e la soprattutto la propria storia. Senza dimenticare che, poiché ci si ritrova nell’ambiente maggiormente competitivo e specifico di interesse, consente una vetrina professionale non indifferente. Quest’anno per esempio, oltre ad aver partecipato ad alcuni eventi tra i più importanti in Sicilia, siamo intervenuti al Be Comics di Padova, all’edizione primaverile del Romics a Roma e al Salone Internazionale del Libro di Torino. Abbiamo già in programma di partecipare in trasferta anche alle prossime edizioni della Festa dell’Unicorno di Vinci a fine luglio, al Lucca Comics & Games, al Romics invernale e al Pisa Book Festival. Personalmente, il mio ruolo si diversifica in base alle ragioni della mia presenza in fiera. Ad esempio, nella maggior parte dei casi, mi occupo di presentare i libri degli autori che si sono affidati a noi per l’editing. Ritengo fondamentale sostenere chi si affida alla tua professionalità e competenza, perché purtroppo non basta la passione o una buona storia per ottenere degli ottimi risultati. Oppure, promuovo la nostra Associazione tramite le opere che gli artisti ci donano per sostenerci economicamente. Altre volte, partecipo a conferenze sull’importanza della letteratura fantasy. In ogni caso, in ogni evento a cui decidiamo di presenziare, l’obiettivo è di divulgare l’importanza della lettura e del genere fantasy, come strumento socio-educativo. Nelle ultime fiere, ho avuto sempre la fortuna di stringere collaborazioni significative per Universo Fantasy, grazie soprattutto al sostegno di chi crede in me, in noi. Ragion per cui, cerco sempre di dare il massimo di me stessa, valorizzare il gruppo, le nostre prerogative e gli standard di qualità ed efficienza che contraddistinguono il nostro lavoro.

Dove pensate possiate migliorarvi e potenziarvi ulteriormente? Su quali siti e canali possiamo consultarvi?

Da quando abbiamo intrapreso questo viaggio, fondando l’Associazione Culturale Universo Fantasy, ogni giorno abbiamo lavorato in armonia, con entusiasmo, professionalità ma soprattutto con obiettivi chiari e specifici. Giorno dopo giorno, cerchiamo di migliorarci, ascoltarci, comprenderci; definiamo le priorità, scandiamo il nostro tempo dividendoci il lavoro, cosicché nessuno possa sentirsi oppresso dalle scadenze o sovraccaricato di responsabilità. Cresciamo giorno dopo giorno e ne siamo felici. La nostra prerogativa è lavorare con efficacia, competenza, determinazione, professionalità. Tutto ciò di cui ci occupiamo e di cui vi abbiamo accennato nelle precedenti domande, lo trovate sul nostro sito ufficiale www.universofantasy.it, dove potrete farvi un’idea precisa di come lavoriamo, e sulla nostra pagina Facebook “Universo Fantasy Associazione Culturale” (https://www.facebook.com/universofantasyac/). Una cosa a cui puntiamo è senza dubbio ampliare la rosa dei nostri iscritti, per avere sempre più collaboratori appassionati di Fantasy e Sci-fi come noi che possano scrivere con noi e presenziare a fiere ed eventi per raccontarle ai nostri lettori, come anche poter raggiungere con i nostri servizi più autori possibili e dare il nostro piccolo contributo al mondo dell’editoria italiana, aiutando a produrre libri di qualità in cui crediamo, e in cui speriamo crederanno anche i nostri lettori.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!